Paola Butali inaugura una nuova opera d’arte


Share this :   | | | |

La nota imprenditrice aretina presenta “Ali di Carta Freedom” a Cerreta

immagini.quotidiano.net

Arezzo, 7 ottobre 2016 – Sabato 8 Ottobre 2016, Paola Butali, nota imprenditrice aretina, inaugurerà a Castiglion del Lago “Ali di Carta Freedom” scultura in acciaio inox con base in cemento armato, realizzata dall’artista Alessandro Marrone, nostro concittadino.

A seguire, avrà luogo la premiazione di Andrea Casciu, vincitore del Concorso “Street Art Arte Cerreta” alla presenza di 300 ospiti e numerose istituzioni. La serata si chiuderà con un concerto per organetto e pianoforte a cura di Francesco Berrafato e Giulia Grassi.

La Cerreta è un’antica azienda agricola – di proprietà della famiglia del Cavalier Benito Butali – situata in una meravigliosa zona collinare vicino al Lago Trasimeno.

Tutto nasce nel 2009, quando accanto agli allevamenti di alto pregio ed alle produzioni energetiche eco-compatibili inizia a prendere forma un percorso di sculture all’aperto.

“Arte Cerreta – afferma Paola Butali – è un progetto finalizzato ad esaltare in chiave contemporanea l’antico, nonché ancestrale, binomio di Natura e Arte. In continua evoluzione, il percorso di sculture è stato pensato per essere perfettamente amalgamato alla campagna e alle sue attività agricole più specifiche, creando un dialogo continuo con la natura incontaminata, con gli spaccati di panorama sempre diversi e permettendo al visitatore di vivere l’Arte come sublimazione non solo della creatività umana, ma anche come assunto di valori e di simboli assoluti.”

Nella primavera scorsa, Paola Butali, insieme alla direttrice artistica Liletta Fornasari, si è fatta promotrice di un concorso che ha coinvolto gli street artist più in vista nel panorama italiano al fine di far conoscere la street art, come arte di tutti.

“Due aspetti sono da evidenziare – puntualizza la direttrice artistica Liletta Fornasari: il primo è che la street art, oggi di moda, è stata ospitata da Paola Butali a La Cerreta molto prima che fosse conosciuta e soprattutto apprezzata; il secondo è relativo al fatto che attraverso la street art si possano creare “percorsi “permanenti”, affiancati da altri eventi collaterali, capaci di attirare l’interesse di diverse categorie di amatori e quindi di turisti».

Domani verrà premiato il vincitore, Andrea Casciu, che ha realizzato su di una cabina elettrica all’interno del Parco Arte Cerreta, Wake, wall-painting di taglio introspettivo nel quale l’artista sceglie di dialogare con la peculiarità del luogo di lavoro, andando a realizzare uno dei suoi iconici volti letteralmente diviso in sezioni, all’interno delle quali troviamo una serie di elementi a carattere naturale, in perfetta sintonia con l’azienda agricola di Paola Butali.


[fonte: lanazione.it – link all’articolo completo: http://www.lanazione.it/arezzo/cosa%20fare/paola-butali-inaugura-una-nuova-opera-d-arte-1.2573036 ]